COMUNICATO STAMPA

Si è tenuto nel pomeriggio di ieri, giovedì 9 giugno 2016, presso il piazzale esterno del nostro Ospedale, l’incontro di presentazione e condivisione con la cittadinanza ed il personale ospedaliero, del progetto: “Insieme per un informazione che aiuta”.

Il progetto nasce dalla testimonianza di un bisogno di conoscenza  che è proprio del paziente oncologico, espresso con forza fermezza e acoratezza da Massimo Boscolo Bisto, infermiere presso il nostro Centro di Igiene Mentale, in occasione dell’incontro “Cancro, parliamo insieme” tenutosi nella sala consigliare del nostro Comune di Chioggia il 27 marzo 2015.

Oggi Massimo non c’è più, ma in quell’occasione le Associazioni del territorio: AIL, AMCET, ANDOS, CHIOGGIA CONTRO IL MELANOMA e LILT attive nella prevenzione dei tumori, nella loro diagnosi precoce e nel sostegno alla persona e ai suoi famigliari, hanno accolto quel bisogno di poter facilmente accedere ad un’informazione scientificamente validata, additiva a quella fornita dai medici curanti durante il percorso terapeutico oncologico, sui temi della chemioterapia, della radioterapia, sugli aspetti nutrizionali e sulle problematiche relative al calo ponderale.

Vi è ampia evidenza scientifica di come tale tipo di informazione renda la persona in grado di mettere in atto strategie evolute di  “fronteggiamento” verso le difficoltà che si possono incontrare nel percorso di cura. Spesso è addirittura registrabile un miglioramento della risposta terapeutica come anche un diminuito rischio di distress psicologico in un momento di particolare vulnerabilità della persona come è quello in essa determinato dalla malattia oncologica. Certamente anche familiari meglio informati possono essere vicini in modo più consapevole e adeguato al proprio congiunto e quindi rivelarsi di più efficace supporto e aiuto per lui durante tutto il percorso di cura.

Da quel momento è partita una ricerca per del materiale informativo che fosse di agevole lettura e facile comprensione nonché opportunamente strutturato e in una veste grafica anche piacevole e funzionale e pienamente validato come é quello che costituisce i cosiddetti “libretti” di AIMaC e F.A.V.O. che qui ringraziamo per la disponibilità a fornirceli. Qui ringraziamo anche la Direzione dell’Amministrazione dell’Azienda ULSS 14 che, informata, ha subito condiviso l’iniziativa e fornito tutto il supporto necessario e da ultimo ma non ultimo il Dirigente dell’Unità Operativa di Oncologia che si è convintamente coinvolto e ha coinvolto tutta la propria équipe. A Lui dobbiamo la bella lettera al cittadino inserita nella cartellina, che va a presentarne il contenuto e le finalità. Vi è adesso l’impegno delle Associazioni per arricchire la cartellina, in un futuro quanto più possibile prossimo, con un altro “libretto” particolarmente utile che riguarda la Fatigue, che è lo stato di prostrazione psicologica con cui spesso si deve confrontare il paziente oncologico che nella nostra realtà già beneficia di un’assistenza psicologica integrata nelle cure, come anche vi è l’impegno di coinvolgere nuovamente la Direzione dell’ULSS per arrivare ad una assistenza nutrizionale sempre integrata nelle cure che, grazie alla disponibilità della Dietista del nostro Ospedale, vedrà già quest’anno un suo primo importante momento con la previsione di incontri trimestrali di gruppo per i pazienti e parenti interessati. L’afflusso di molti cittadini e la presenza di così tanti operatori sanitari testimonia dell’attenzione che c’è verso questo tema e verso approcci che accolgano e soddisfino questo bisogno.

AIL

AMCET

ANODS

CHIOGGIA CONTRO IL MELANOMA

E LILT

Chioggia 10.6.2016

Clicca per leggere l'articolo di Chioggia News 24

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll to Top